Menu

ICE 72

Lunghezza fuori tutto 21,60 m
Lunghezza al galleggiamento 19,40 m
Baglio massimo 6,00 m
Pescaggio da 3,1 a 3,4 m su richiesta
Dislocamento da 29 t a 33 t
Zavorra 12,5 t
Motore Cummins 260 hp
Generatore Kohler 7 kw
Serbatoio d’acqua 1000 lt
Serbatoio di carburante 1000 lt
Soluzioni interni 4/5 cabine – 4 bagni

Piano velico
Randa 145 mq
Fiocco 108% 109 mq
Gennaker — mq.

Costruzione: Composito vetro-kevlar e carbonio
Albero: Carbonio 3 ordini di crocette
Armamento: Frazionato
Rigging: Volanti non strutturali

Project Felci Yacht Design

CONCEPT
La filosofia di base che ha guidato la Felci Yachts Design in queste progettazioni si può riassumere in un concetto molto semplice:
La ricerca delle massime prestazioni, della sicurezza assoluta e di un grande confort equilibrati tra loro per dar vita ad uno yacht a vela veramente unico.
 Non è stato facile coniugare e far convivere queste esigenze che spesso contrastano tra loro, solo la grande esperienze dei progettisti, dei tecnici e dei costruttori ha reso possibile questa complessa alchimia. 
Si tratta di un lussuoso “Fast Cruiser” caratterizzato da una tipologia “mediterranea”, pensato per vivere comodamente ed in maniera equilibrata sia all’esterno che all’interno dello yacht.

LA COPERTA
Partendo dalla medesima carena, vengono proposte diverse tipologie di coperta in modo da permettere al cliente di seguire al meglio i propri gusti e le proprie aspirazioni veliche. 
Si può quindi optare per la soluzione con doppio pozzetto proposta in due diverse versioni: più classica la prima, con ampio pozzetto ospiti e spazio dedicato alle manovre separato a poppa, più moderna e tesa all’efficienza durante le lunghe navigazioni oceaniche la seconda, caratterizzata da un ponte poppiero ampio e da un pozzetto manovre molto generoso e in posizione più avanzata.
 Oppure si potrà optare per l’innovativa versione “open transom” per vivere la barca e la vacanza in diretto contatto con il mare.

SCAFO
La carena deriva direttamente dagli studi che la Felci Yachts ha portato avanti e testato in numerosi circuiti di regata internazionali.
Si può però dire che non stiamo parlando solamente di una barca da regata attrezzata per la crociera.
 Molti infatti sono gli accorgimenti che ci hanno permesso di rendere questo 21,6 metri facile da condurre, stabile di rotta a tutte le andature e a tutti gli angoli di sbandamento, oltre che altamente performante.
 Appare evidente il bordo libero generoso, che permette una navigazione asciutta, e conferisce buoni volumi interni; l’entrata di prua sottile per ottenere il miglior passaggio sull’onda, le fiancate svasate che permettono ad una carena sottile di offrire notevolissime larghezze a livello del ponte, il baglio massimo arretrato e la larghezza delle linee poppiere, di derivazione oceanica.
 Queste scelte uniscono la ricerca di una buona vivibilità nella zona poppiera dell’imbarcazione, sia sopra che sotto coperta, alla necessità di realizzare una carena caratterizzata da notevole stabilità e potenza per favorire le navigazioni oceaniche e d’altura in genere.
 Una barca “vera” che permette di tenere elevate medie di navigazione, sia a vela che a motore, in tutte le condizioni di mare.
Le appendici concordano con la filosofia generale dell’imbarcazione rimarcandone le doti di modernità e prestazionalità, mantenendo comunque la filosofia di un bilanciato compromesso ed evitando configurazioni più estreme a nostro avviso non giustificate in questo tipo di imbarcazioni.
 In quest’ottica grande attenzione è stata posta nel dimensionamento della superficie delle appendici che riescono sempre a generare adeguate forze idrodinamiche garantendo un perfetto controllo durante la navigazione. 
La chiglia è caratterizzata da una lama di deriva a forma trapezoidale che porta all’estremità un siluro di generose dimensioni progettato in modo da abbassare al massimo il baricentro complessivo dell’imbarcazione. Il tipo di profilo e lo spessore percentuale della pinna sono stati studiati per diminuire al massimo la resistenza idrodinamica garantendo alta sicurezza strutturale.

IL PIANO VELICO
Semplice ed efficace il piano velico è in linea con lo spirito da gran turismo di questi “Fast Cruiser”.
 L’armo è leggermente frazionato ed il genoa non presenta sovrapposizione.
 Questo consente una manovrabilità decisamente superiore, potendo inoltre spostare l’attacco delle sartie sulla murata e quindi evitando l’uso di volanti strutturali grazie anche al triplo ordine di crocette acquartierate.
 Semplice ed efficace anche il bompresso retrattile in carbonio che consente di murare un gennaker o un code 0 rollabile ideale per le navigazioni più crocieristiche.

INTERNI
Gli allestimenti interni si differenziano a livello architettonico formale ma non a livello di concezione costruttiva.
 In tutte le versioni un aspetto classico ed elegante si miscela con una realizzazione tecnologica.
 La ricerca di ottimizzare e contenere i pesi di costruzione porta infatti ad utilizzare pannellature leggere impiallacciate con teak o altre essenze pregiate e talvolta laccate al fine di conferire ariosità e luminosità agli interni.
 Lo studio della più personale disposizioni degli interni è una delle caratteristiche molto interessanti che ICE Yachts è in grado di offrire ai suoi clienti.
 Il cantiere, grazie alla sua decennale esperienza e alla collaborazione con la Felci Yachts che collabora costantemente e direttamente nello sviluppo delle imbarcazioni in produzione, è infatti in grado di realizzare le più disparate soluzioni interne, adeguando ad esse sia le strutture che le disposizioni di coperta per ottenere un prodotto finale in linea con una produzione unica e di altissimo pregio.

More info and News on

INSTAGRAM FACEBOOK